<H1>Press release free submit</H1><br/><br/> Welcome to our new website for <B>press release free submit</B>, where you can do <U>free article marketing</U> with your <I>company articles</I>! Find your best press release with <STRONG>free research articles</STRONG> or you can <EM>submit your article</EM> and <B>company press release</B>.<br/> <H2>Company articles</H2><br/> Submit your <B>company articles</B> and the best of <EM>press release free submit</EM> of your activity and get <U>free article marketing</U>! <H3>Submit your article</H3> <H4>Free research articles</H4> <H5>Free article marketing</H5> <br/> Enter now in PR-PressRelease, the website for <a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com' title='Free article marketing, company articles and press release free submit'>press release free submit</a>.<br/> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Company articles</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Free article marketing</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Free research articles</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Submit your article</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Submit company press release</a></p>

Sunday, January 25, 2015

La svolta di "Diario di un amore", l'album di Anonimo Italiano

Dopo un mese dall'uscita dell'album "Diario di un amore", prodotto da Maurizio Verbeni, Anonimo Italiano continua con la promozione del nuovo progetto discografico e non smette di raccogliere consensi.
L'Album su etichetta Prima Musica Italiana con Edizioni Universal Music e Warner Chappell su licenza Sony Music, sta andando alla grande.

Friday, January 23, 2015

“No violence” a Viterbo

Mercoledì 28 gennaio 2015 alle ore 19 nella cornice del Complesso Rinaldone "Ristorante A Casa" di Viterbo, l'associazione culturale Fajaloby di Marcia Sedoc con il patrocinio della città di Viterbo presentano "No violence", spettacolo musicale e teatrale con apericena a favore della Casa di Accoglienza "Sacra Famiglia". Interverranno Luisa Ciambella, Vice Sindaco di Viterbo, Daniela Bizzarri, Consigliere Pari Opportunità del Comune di Viterbo, Marcia Sedoc, Presidente Associazione Fajaloby, Michele Simolo, Responsabile mostra fotografica.

MANUEL FORESTA: LI CHIAMEREMO SOGNI è il brano arrivato tra i 61 finalisti di Sanremo Giovani 2014



Il pezzo è stato scritto per lui da Zibba, Diego Calvetti, Marco Ciappelli e Luca Angelosanti. Sul sito Rai dedicato ai finalisti delle nuove proposte del festival di quest’anno, è stato tra i più apprezzati con oltre 40.000 visualizzazioni e raggiungendo più di 5.000 like.


"Con questo brano ho la sensazione di poter parlare a tutti e a tutti di affidare la mia storia. Una storia d'amore lunga e travagliata che è una vera costante della mia vita. Un rapporto morboso che, come ogni rapporto folle, scandisce il ritmo di un' esistenza. Il legame indissolubile che mi lega da sempre e per sempre alla mia ansia." (Manuel Foresta)
Dopo l’anteprima esclusiva su TgCom, ecco il video: 





BIO
Manuel Foresta nasce a Salerno il 10 dicembre del 1988 e cresce a Cava de’ Tirreni dove, appena adolescente, inizia a studiare canto leggero.
Allo studio del canto affianca quello della recitazione e le prime esperienze live sono proprio grazie alla compagnia del Teatro delle Arti di Salerno. Continuerà per anni a coltivare la passione per il teatro, prendendo parte alla messa in scena di numerosi spettacoli in diverse compagnie teatrali campane.
Nel 2013 partecipa alla prima edizione del talent show di Rai 2 “The Voice of Italy”.  A volerlo nella propria squadra sono Riccardo Cocciante e Raffaella Carrà e Manuel decide di entrare a far parte della squadra capitanata dalla “signora della televisione”.  Con un percorso in crescita costante, Manuel si mette in luce tra i numerosi concorrenti e arriva, grazie al voto del pubblico, come unico interprete maschile della sua squadra, alla soglia della finale.
Il suo inedito di debutto “Déjà vu” che presenta a The Voice of Italy, colpisce immediatamente il pubblico ed arriva fino alle vette della classifica singoli di I Tunes.
Sulla scia del successo ottenuto a The Voice of Italy, Manuel inizia un tour estivo in giro per l’Italia e partecipa come ospite a varie manifestazioni tra cui il Premio Lunezia (sul palco anche Alex Britti, Roberto Vecchioni, Negramaro, Andrea Mirò), il Giffoni Film Festival (concerto di chiusura con Fiorella Mannoia e Chiara Galiazzo) e Buon Compleanno Mimì (sul palco con Roberto Vecchioni, Teo Teocoli, Antonio Maggio, Fabrizio Moro, Niccolò Agliardi).
Il fiore all’occhiello di questa fortunata estate è stata però per Manuel Foresta la straordinaria opportunità di aprire, con la sua band, i concerti di alcuni tra i più importanti nomi del panorama artistico italiano: Malika Ayane, Alex Britti, Raphael Gualazzi, Simona Molinari .
Con il brano “Quello che sono” Manuel entra a far parte dei 60 finalisti per le Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2014, sfiorando il palco dell’Ariston. Il brano è tra i favoriti del pubblico che lo premia sul sito della Rai attribuendogli il 2° posto sugli altri finalisti per numero di visualizzazioni, commenti e “mi piace”.
Nella primavera del 2014 a Manuel sono affidati gli opening act ai concerti di Renzo Rubino, che gira l’Italia  con il suo “Secondo Rubino Tour”. Da maggio 2014 Manuel entra nella scuderia della Rusty Records pubblicando il primo singolo con l’etichetta milanese dal titolo: “Se fossi ancora qui”. 
Nell'autunno 2014 Manuel partecipa alle selezioni per Sanremo - Nuove Proposte ed entra a far parte dei 61 finalisti con il brano "Li chiameremo sogni" scritto per lui da Zibba, Diego Calvetti, Marco Ciappelli e Luca Angelosanti. Questo stesso pezzo sul sito Rai dedicato ai finalisti del festival, è stato tra i più apprezzati con oltre 40.000 visualizzazioni e raggiungendo più di 5.000 like. Attualmente sta lavorando al suo primo album.


Singolo acquistabile su iTunes: https://itun.es/it/m8bW4



Thursday, January 22, 2015

SILVIO SACCHI: il suo nuovo singolo è NERO SU BIANCO



È il brano che ha sfiorato la partecipazione allo scorso Festival di Sanremo entrando fra i finalisti, prodotto da Luca Pernici (Ligabue) e Andrea Zanichelli (Il Nucleo)

La canzone chiude il primo percorso artistico di Silvio, costellato da un gran numero di live e di tour nelle piazze italiane con il suo brano "Onde", primo in classifica nell’Airplay radiofonico degli esordienti su disco, con varie partecipazioni Spot su Sky (Sky Tg 24)  e uscite editoriali su varie testate quali ad esempio “CIOE’” (4 uscite estive con Maxi Poster) e Mediaset TGCOM24.


Silvio Sacchi nasce a Reggio Emilia il 20 Agosto 1987. Fin da piccolo segue il padre, pianista durante le serate nelle piazze Emiliane, in questo modo viene incuriosito dalla musica.
All’età di 6 anni mette per la prima volta le mani sul pianoforte, in seguito si iscrive al conservatorio Achille Peri di Reggio Emilia.
Attraverso lo studio del solfeggio cantato scopre la passione per il canto e inizia a prendere lezioni e frequentare il coro Gospel di Dinazzano ( Casalgrande).
Si laurea in Marketing e Mercati Internazionali a Milano e grazie alla madre inglese, è attratto dalla cultura anglosassone e dai viaggi cosi che queste esperienze si ripercuotono poi sulle sue canzoni.
Nel corso dell’adolescenza inizia ad esibirsi seguendo il padre nelle varie serate e la passione cresce fino a conoscere altri ragazzi ed iniziare a scrivere canzoni proprie, genere pop rock. Nell’estate 2014 esce il suo primo singolo estivo Onde in rotazione radiofonica e in promozione su Sky, che lo porta ed esibirsi in diverse manifestazioni tra cui Radio Bruno Estate.

Partecipa a diverse manifestazioni tra cui:
Raduno Nomadi Novellara “Tributo ad Augusto” Febbraio 2012 e Febbraio 2013
Notte Bianca Vigevano presentata da Rudy Zerbi
Un Sorriso per l’Emilia presentato da Enzo Iacchetti
Notte Rosa in Riviera Adriatica,
Concerto ad Otranto per Tour Renga
Concerto Poggio Rusco (Mn)
Concerto ad Assago
Concerto a Saint-Vincent in occasione dei Freeboys( Ferragosto 2013)
Mei Faenza 2014
Tour Radio Cuore 2014
"La sera dei Miracoli" Omaggio a Lucio Dalla con Lorenzo Campani ( the Voice) presso la Reggia di Colorno

Autori del brano: Andrea Zanichelli e Silvio Sacchi

Etichetta discografica: I Nomadi Srl



Twitter: @SilvioSacchiITA 

Wednesday, January 21, 2015

ACCASTORTA FOLK'N'ROLL BAND: TEMPO è il singolo estratto dal loro album SPIGOLI VIVI



È uno dei brani più rappresentativi del lavoro della band in cui si cerca di ritornare ai veri valori della vita semplice di campagna lontani dal frastuono e dallo stress della città


Immagina di stare a mille metri di altezza su un colle e davanti si estende la pianura dove vivi e cominci ad pensare a quello che accade laggiù in fondo, oltre l’orizzonte, dove la gente corre affannosamente a causa degli impegni quotidiani, il fracasso del traffico dell'autostrada e delle tangenziali intasate, l'aria che nelle giornate di nebbia puzza di plastica bruciata.
Tutto questo c'è, è la realtà, ma il bello è che stando lassù non ne vieni minimamente sfiorato, chiudi gli occhi e ti lasci trasportare dalla sensazione che esiste anche altro, che il tempo passa nonostante tutto ciò, anche senza interagire per forza con gli agenti esterni.
E ad un tratto, quello che fai tutti giorni ti pare assurdo e futile perché la sensazione di benessere che ti pervade è indescrivibile.

Spigoli vivi è un disco che si può definire crudo, le canzoni sono state scritte quasi di getto ed è il frutto di quell'assuefazione tipica di chi si guarda attorno e non si riconosce in ciò che lo circonda. Niente di negativo, solo un'attenta analisi del territorio e della realtà che stiamo vivendo: se da un lato si può trovare qualche spunto critico, dall'altro c’è anche la voglia di guardare oltre, al vero benessere, quello interiore.


BIO
Accastorta Folk'n'roll Band è un progetto nato e coltivato nelle campagne della provincia di Treviso da un gruppo di amici con età, esperienze e bagaglio culturale diversi.
Dal 2008, anno di formazione e debutto sulla scena locale, della formazione originale rimane Emanuele Dall'Acqua, ”contadino cantautore” di Chiarano (TV), autore dei brani, voce, chitarra, anima rock e cantautorale del progetto....
Francesco Serafin, di Mansuè (TV), al cajon e percussioni, è il cuore pulsante, nel compito di sostituire orge di batteristi professionali, una scelta comunque avvenuta all'inizio per necessità, poi per una combinazione di suono alquanto travolgente.
Alessandro Caicco di Motta di Livenza (TV), al basso, viene da una lunga esperienza con band storiche locali ed è un cultore del blues. La sua esperienza ha portato nel complesso una raffinata miglioria agli arrangiamenti alle musiche e al suono complessivo del progetto.
Il repertorio di musica Folk'n'Roll, come amano definirla, racchiude tutti brani originali con testi in italiano. Lo stile, semplice e quadrato, con ritmi incalzanti propri delle ballate folk , arricchito dalle contaminazioni blues, reggae e ska, bene si adatta ai testi, simili per immediatezza e semplicità, ma con messaggi chiari e condivisibili.


La musica è sempre stato un ottimo modo per esorcizzare paure ed ipocrisie e gli Accastorta hanno quindi preso semplicemente spunto da ciò che gli accadeva attorno: la vita frenetica, lo sviluppo selvaggio, il lavoro. Quest'ultimo ha occupato le giornate e la vita della gente, gente semplice che si è impoverita nell'animo per circondarsi di cose futili, creando un abisso tra quel che c'era e quel che siamo diventati. Sono stati abbandonati i campi per lavorare nelle fabbriche, cercando di riempire con il consumismo galoppante il vuoto che rimaneva. Tutto questo emerge nel lavoro del gruppo fino ad ora prodotto, ossia due dischi, Mai una Dreta (2009) e Spigoli Vivi.

Negli ultimi mesi è entrato a far parte del gruppo un altro musicista, Giorgio Viezzer di Ormelle (TV), chitarrista anche lui con varie esperienze nella scena locale, scelta fatta per arricchire i live di colore ed arrangiamenti.
Come attività live, la band suona principalmente nelle osterie, luoghi dove il contatto umano è più palpabile, ma hanno anche avuto modo di calcare qualche grosso palco soprattutto in occasione di festival locali e manifestazioni a scopo benefico.
Un’altra dimensione in cui si trovano a proprio agio è la strada, infatti dopo la partecipazione al Ferrara Buskers Festival nel 2010, hanno scoperto la bellezza del prendere gli strumenti ed improvvisare un concerto in un contesto quale può essere il marciapiede al lato della strada. Nella provincia di Treviso sono sempre più numerose le amministrazioni che stanno promuovendo questo tipo di iniziative e la band viene spesso invitata a partecipare.
Nell' estate 2013 si sono esibiti al Cleto Festival, in provincia di Cosenza, come band rappresentativa della realtà del Nordest, riscuotendo un discreto successo.
La band si cimenta anche col teatro con uno spettacolo dal titolo “El Scomio de San Martin” con il quale hanno avuto il piacere di esibirsi in alcune importanti scene locali.

Accastorta Folk'n'Roll band è anche un progetto culturale in quanto Emanuele Dall'Acqua porta avanti parallelamente alla band un programma di “agricoltura naturale” con una piccola azienda. Questo tipo di “agricoltura ” in realtà corre di pari passo con la sua musica fino a dire quasi che i due progetti si alimentano a vicenda: da qui nasce la figura del “contadino cantautore”. Infatti si può dire che la musica e la filosofia di pensiero stessi hanno portato Emanuele a mettere in dubbio tutto quello che ha sempre saputo in ambito convenzionale, sviluppando nuove teorie, che stanno dando i primi frutti, e al tempo stesso le esperienze fatte direttamente nel campo danno spunto per nuove musiche e nuovi testi.
Capita spesso che durante un loro concerto si possa aprire un vero e proprio dibattito con il pubblico, in quanto la loro musica tende a provocare reazioni e a far pensare.
Gli Accastorta Folk'n'Roll credono fermamente in questi valori, ossia che nel futuro l'unica forma di benessere possibile sia il riavvicinamento sia fisico che spirituale con la terra.


Sono presenti col disco Spigoli Vivi su tutti i maggiori portali di musica digitale.






Monday, January 19, 2015

TRICKY ALE esce con il suo singolo di Natale I WANT ROCK AND ROLL FOR XMAS



È la lettera per Babbo Natale di Tricky Ale che dice di essersi comportato bene e di meritare la sua visita





Tricky Ale è Ale degli Scotch Ale alle prese col suo nuovo progetto solista che vedrà l’uscita del primo album nel 2015 dal titolo “AhiAhiALE”, che avrà come unico concetto di fondo l’inganno.
Anche il genere dei suoi brani non è ben definito,  va dal sound alla Johnny Cash, alla cassa dritta 4/4, passando per il Pop, ben sapendo di essere contro tutte le regole della discografia e facile preda dello snobismo radical chic.
Tricky Ale è un musicista, Dj, autore e produttore ma, per differenziarsi nel mondo della night life e dell’intrattenimento, ha sconfinato anche nel mondo del beverage, essendo l’ideatore del Tricky Tea (tè ingannevole) che invita caldamente ad assaggiare.