<H1>Press release free submit</H1><br/><br/> Welcome to our new website for <B>press release free submit</B>, where you can do <U>free article marketing</U> with your <I>company articles</I>! Find your best press release with <STRONG>free research articles</STRONG> or you can <EM>submit your article</EM> and <B>company press release</B>.<br/> <H2>Company articles</H2><br/> Submit your <B>company articles</B> and the best of <EM>press release free submit</EM> of your activity and get <U>free article marketing</U>! <H3>Submit your article</H3> <H4>Free research articles</H4> <H5>Free article marketing</H5> <br/> Enter now in PR-PressRelease, the website for <a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com' title='Free article marketing, company articles and press release free submit'>press release free submit</a>.<br/> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Company articles</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Free article marketing</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Free research articles</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Submit your article</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Submit company press release</a></p>

Friday, July 03, 2015

POSSIBILITA' E MEZZI PER FARE UN DISCO: FABIO CRISEO TORNA CON UN NUOVO SINGOLO “MISONOINNAMORATADJAX” ESTRATTO DAL SUO ULTIMO DISCO “FACCIO QUELLO CHE POSSO...” DISPONIBILE IN TUTTI GLI STORE DIGITALI





Un intero lavoro realizzato esclusivamente con tablet e telefonini da un regista di 9 anni e una hit protagonista nelle radio.



Dalla teoria di un pensiero si arriva alla concretezza di un lavoro che approda in radio con il singolo dal titolo “MisonoinnamorataDjAx”: la storia di un confronto con un artista da (s)mitizzare e a cui assomigliare, un’icona che detta mode e tendenze e che in qualche modo condiziona e contamina il nostro comune pensare.
Fabio Criseo ci regala quindi 10 tracce di bella canzone d’autore italiana, fresca energia e solare intraprendenza condite da testi assai ricchi di rimandi e gustose citazioni oltre che ad un’accattivante intreccio tra lessico e metriche. In tutti gli store digitali.





Rivoluzione e sfida. Un tablet, un telefonino, la creatività che pretende il suo spazio vitale, un regista di soli 9 anni e poi l’intuito imprenditoriale di una Label che da sempre ha investito tempo e risorse alla ricerca di chi avesse il guizzo e la forza di sfidare il flusso omologato delle cose. Questi gli ingredienti che fanno di “Faccio quel che posso…” un disco che vuol stupire e rivoluzionare il concetto di produzione discografica, almeno nella musica pop d'autore italiana.


Un leitmotiv importante per me e per il mio essere artista: dimostrare quanto sia possibile realizzare e produrre un disco e una hit radiofonica con strumenti che oggi abbiamo sotto mano nel quotidiano e che forse conosciamo poco in quanto a potenzialità in materia di suono. Al di la delle mie ambizione, penso proprio di esserci riuscito. Buon ascolto.” F.C.




BIO
Nasce e vive a Roma, ma con la fantasia ovunque. Scrive canzoni pop rock, trattando temi come l'amore e la parziale inutilità dell'essere umano.
Nel 1994 nasce il gruppo “Cannonau”.
Tra il 2002 e il 2004 Fabio ESCE, da solista, con il SINGOLO "SEI" targato INTERBEAT RECORDS, e due compilation, “ascoltare” e “indipendent music”, sempre con Interbeat Records.
Nel 2008 forma un nuovo gruppo, “The Griso”, in attività fino al 2013, e nel 2009 esce il loro primo album “Diazeusi”.
Nel 2010 vengono selezionati durante i provini di X-Factor nella seconda fase nel team di Mara Maionchi.
Nel 2015 esce l'album di Fabio Criseo “Faccio quello che posso...” prodotto da Interbeat Records.






Label INTERBEAT Records http://www.interbeat.it
Ufficio Stampa web/stampa Protosound Polyproject http://www.protosound.net


Promo Radio L'Altoparlante http://www.laltoparlante.it

Thursday, July 02, 2015

“CUBA 98” E' IL PRIMO SINGOLO DI SAIMON FEDELI COME “CANTAUTORE”



Un percorso che spiega come si può essere se stessi passando dall'essere un "Suonautore" diventando un "Cantautore"




Si intitola "Cuba 98" il nuovo singolo di Saimon Fedeli grazie al quale trasforma la sua antica passione di fare l'autore in quella di cantautore.
Il brano è il primo di una nuova produzione che lo vede gestire in prima linea arrangiamenti e nuove sonorità finalmente con la sua voce.
Il pezzo è stato scritto sul finire dell'estate 1998 quando, di rientro da un lungo viaggio sull'isola di Cuba, alcuni appunti scritti di getto su un vecchio diario gli ispirano questa musica dal sapor di bossa nova.







BIO
Saimon Fedeli autore e chitarrista Milanese classe 1975, da sempre nel settore musicale, ha suonato fin da ragazzo in diverse band,dapprima come batterista e percussionista, poi come chitarrista acustico. Ha co-fondato un piccolo network di negozi di strumenti musicali ( www.suona.net ) e ha sempre scritto musica e testi con il pudore di chi non ha mai osato suonarli personalmente dal vivo. Nel 2014 viene pubblicato un disco ( canzoni dal primo piano ) di cui è l'autore completo, senza tuttavia cantare neppure un brano. Questa operazione, ardua e magari non del tutto matura, nasce per alcune circostanze spontaneamente e costituisce il primo passo che lo porta poi a sentire l'esigenza di affrontare il microfono superando il suo antico pudore. Nel 2015 costituisce cosi una nuova band per lavorare su questo nuovo personale progetto grazie agli strumenti e alle sonorità a lui più vicine come la bossanova, lo swing e la canzone d'autore.
La nuova band è composta da Saimon Fedeli (voce e chitarra), Marco Gianotti (contrabbasso), Daniele Cicognini (pianoforte), Francesco Aragona (batteria).


CONTATTI & SOCIAL:

Sito Web & Info: www.saimonfedeli.com - saimon@suona.net
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCJkPnbA9n32sjRPZ9xFoj-w
Facebook: www.facebook.com/suona.net - www.facebook.com/saimonfedeli



Wednesday, July 01, 2015

PULLULA DI PILLOLE è il singolo d’esordio degli INVIVO FAIA




Il brano che apre il loro primo album, dal sound fresco, scoppiettante e ballabile a supporto di un testo ironicamente amaro.

Immaginiamo un mondo grigio dove qualsiasi problema di natura esistenziale, fisica, politica, sociale ed emotiva venga risolto di colpo grazie alle pillole, tante pillole, un mare di pillole colorate. Tutti ballano, tutti si divertono ma finite le pillole la festa finisce.




Un mondo che finge, disco d’esordio degli Invivo Faia, contiene otto tracce ed altrettante storie musicali. Originali e coinvolgenti le canzoni sono storie di vita comune narrate tra cinismo e ironia. I gusti musicali si fondono con la stessa energia trasmessa dal vivo. E sul disco si traducono in arrangiamenti che valorizzano con naturalezza ogni singolo brano.
Il disco che ha richiesto più di due anni per essere portato a compimento, è nato e cresciuto nelle varie sale prova “vissute” a Bologna e dintorni dalla band.
È stato poi preprodotto grazie all’aiuto di Luji Ventrucci e Danilo Silvestri e registrato dagli stessi presso gli studi Luji Production di Faenza.
Un’esperienza che ha fatto crescere molto il gruppo nella condivisione di momenti di grande intensità che sicuramente emergeranno dal sound della band attuale e futuro.

BIO
Bologna, ottobre 2008. Cinque musicisti si incontrano in uno scantinato di via Savona. Ci si confronta e si sperimenta l'influenza di diversi generi. Serve qualche mese di rodaggio ma la curiosità è tanta e l’entusiasmo non manca.
Nascono così gli INVIVO FAIA e la loro strana alchimia sempre in bilico tra Rock, Funk, Soul, Ska e Reggae.
Nel 2009 arriva il primo demo. Cinque brani registrati in presa diretta che permettono alla band di farsi conoscere e di iniziare l’attività live. Seguono numerosi concerti nel circuito underground bolognese e un mini tour nel 2010 in Puglia, terra d’origine di buona parte della band. Il palco vibra, il consenso del pubblico c’è ma le canzoni meritano di più.
Serve un lavoro più profondo prima del passo successivo. Si cambia sala prove e inizia la produzione di quello che diventerà il primo album ufficiale. A giugno 2013, dopo due anni di lavoro, entrano negli studi Lp-Luji Production di Faenza. Qui prendono forma otto canzoni e altrettante storie musicali. Canzoni originali e coinvolgenti, storie di vita comune narrate tra cinismo e ironia. I gusti musicali si fondono con la stessa energia trasmessa dal vivo. E sul disco si traducono in arrangiamenti che valorizzano con naturalezza ogni singolo brano.

Formazione:
Roberto Zacheo - voce; Antonio De Donno - tastiere, organo, voce; Davide Luzi - basso, cori; Giovanni Lo Verso - batteria, cori; Michele Tavian - chitarre, cori.


Facebook: facebook.com/invivofaia
Bandcamp: invivofaia.bandcamp.com
Twitter: twitter.com/invivofaia
Youtube: youtube.com/user/invivofaia


Francesca Zizzari 

francesca@laltoparlante.it - tel. 328 4161425

“LADRA DI CUORI” è il nuovo singolo della già affermata coppia di musicisti Salvatore D’Alò e Alessandro Bonanno



Un brano in stile Pop-Swing caratterizzato da un fascinoso canto Pop lirico abbinato al virtuosismo jazzistico, con una melodia cantabile supportata da un’orchestrazione brillante e un arrangiamento a mo' di musical.

La scintillante sezione centrale del brano mette in evidenza gli "a solo" virtuosistici di pianoforte e violino, mentre una possente sezione ritmica fornisce la propulsione e lo swing a tutto il brano.
Scritto da Alessandro Bonanno su testo di Giulia Mariti e Salvatore D'Alò, è la storia di un uomo che incontra una ragazza su un tram; un gioco di sguardi e attimi fuggenti trascinano l'uomo in un inaspettato stato di infatuazione. I due si rincontrano per caso dopo poco tempo, e mentre lui ricorda i momenti sul tram, lei è consapevole di avergli rubato il cuore.



Continua l'avventura musicale di Salvatore D'Alò e Alessandro Bonanno con questo nuovo singolo Ladra di cuori, inserito nel loro progetto musicale “Il Jazz incontra l'Opera”. I due artisti tornano sul panorama musicale con questo inedito in cui rielaborano quella commistione tra il canto Pop lirico e il virtuosismo jazzistico già collaudata nell'EP “SENZA TEMPO” a fine 2014: jazz, pop, sonorità liriche, e tradizione popolare si fondono dando vita ad un linguaggio musicale molto apprezzato dagli addetti ai lavori ma, al tempo stesso, accessibile soprattutto al grande pubblico.
I brani proposti dalla formazione musicale si evidenziano per capacità tecniche elevate e peculiarità stilistiche molto ricercate. La loro performance è ambiziosa, e la musica prodotta è sempre di qualità.


BIO
La collaborazione tra i due artisti inizia a fine 2012. Quello che inizia come un intrattenimento settimanale tra due amanti della musica, diventa un pretesto per una sperimentazione creativa che attraversa tempi e generi, regalando un nuovo sound a brani che hanno fatto la storia. Danno cosi vita al progetto musicale “Il Jazz incontra l'Opera” (il cui nome richiama la loro estrazione musicale) e sin dall'inizio utilizzano i nuovi media (Facebook, YouTube) per testare il proprio lavoro col pubblico più vario possibile, cogliendo spunti e feedback utili a migliorare costantemente la propria offerta musicale. Dopo alcune apparizioni live di successo come quella al Teatro del Lido di Ostia (Roma) per la inaugurazione della stagione 2013/2014 ed il concerto al Teatro Keiros di Roma nel Giugno 2014, i due artisti propongono nel Dicembre 2014 il loro primo EP insieme con il loro primo inedito dal titolo “Mai senza te” che conquista, dopo poche settimane, la Top 100 della classifica di gradimento MEI di Radio, Radio Web e New Media della nuova musica italiana indipendente.

SALVATORE D'ALO' – Di origini pugliesi e residente a Roma. Proviene dal mondo dell'Opera lirica, da qualche anno anche attivo in altri generi musicali quali il Pop lirico e il Classical Crossover. Ha iniziato lo studio della musica all'età di 8 anni con lo studio della fisarmonica e successivamente ha studiato pianoforte presso il Conservatorio di Ceglie Messapica (BR), dove ha conseguito il diploma di compimento inferiore di pianoforte principale nel 1993. Dopo una breve esperienza orchestrale, membro di una orchestra per lo spettacolo “Rassegna di Operette” portato in tournè nelle province della Puglia, ha iniziato lo studio del canto e si è diplomato in canto lirico presso il Conservatorio "Tito Schipa" di Lecce nel 2007. In seguito, è stato finalista al XIV Concorso Internazionale per cantanti lirici della città di Orvieto nel 2009. In contemporanea con gli studi artistici ha frequentato l'Università degli Studi di Bari dove si è laureato in Informatica nel 1998.
Ospite in diversi festival lirici in varie regioni italiane, ha sempre riscosso ottimi consensi e apprezzamenti. Ha cantato presso il Teatro Luigi Mancinelli di Orvieto, Teatro Giuseppe Verdi di Brindisi, Teatro Comunale di Ostuni (BR), Teatro De' Servi di Roma, Teatro Romano di Ostia Antica, Teatro Romano in Villa Adriana (Tivoli), Teatro del Lido di Ostia, Teatro Gioacchino Rossini di Gioia del Colle (BA), Oratorio del Gonfalone di Roma. La sua attività artistica comprende interpretazioni di ruoli operistici da Opere di autori del '700 e '800, e diversi concerti lirici, di arie da camera, di musica napoletana e musica sacra.

ALESSANDRO BONANNO - Di origini siciliane, è diplomato in Pianoforte, Composizione e Direzione d’Orchestra. Ha studiato anche Arrangiamento Jazz. Ha vinto numerosi premi come pianista classico (IV premio “Coppa Pianisti d’Italia” – Osimo (AN) 1973; I premio “Rassegna Franz Liszt”. Livorno 1975; II premio (I non assegnato) “Concorso Karl Czerny” – Torre Pellice (TO) 1985 etc.), come pianista Jazz (Finalista “Premio Four Roses” – Umbria Jazz – Perugia 1991; I° premio “Concorso Musica Jazz Lucus Feroniae” – Mentana (RM) 1996 etc.) e come compositore/arrangiatore (Premio Miglior Arrangiamento della canzone “Malafemmena” – Latina 1998; segnalazione “Concorso Poesie in Musica” – Cesenatioco 2002; III premio (I e II non assegnati) Concorso composizione Romanze da Camera “F. Andreolli” – Adria (RO) 2003 etc.).
È presente in numerose incisioni discografiche a proprio nome e come collaboratore, ed è attivo come compositore di musica per pianoforte, da camera e sinfonica. Ha curato la realizzazione di un programma di “Jazz Sinfonico”, con elaborazioni orchestrali di famosi standard del Jazz e proprie composizioni; tale programma è stato eseguito con grande successo dall’Orchestra Regionale del Molise, dall’Orchestra di Roma e del Lazio all’Auditorium di Roma e dall’Orchestra “Roma Sinfonietta”.
Insegna Pianoforte al Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila, istituto nel quale ha tenuto anche corsi di Composizione e Arrangiamento Jazz.


Il singolo è acquistabile su iTunes al link http://itunes.apple.com/album/id985428372 oltre che su tutti i più importanti stores digitali.



Duo D’Alò Bonanno

Salvatore D'Alò

Alessandro Bonanno










Francesca Zizzari 

francesca@laltoparlante.it - tel. 328 4161425

I CASABLANCA presentano il loro nuovo singolo “GELIDO”




Viviamo in un paese distorto e musicalmente dopato, ma la musica non inizia nè finisce qui. Un brano in cui la band si butta ad occhi chiusi e da un senso al proprio modo di concepire la musica rock.



Una delle facce più oscure dell'amore è la metamorfosi che si ha attraverso l'ossessione, il non riuscire a distinguere il bello dalla dipendenza porta dritti ad una sorta di inferno interiore dove tutto si cristallizza e si raffredda.
La passione diventa una droga e la sottomissione diventa la conseguenza.
Il suono dei Casablanca e' un tuffo negli Anni '70 e '90, dove la ricerca sonora non aveva uno scopo, ma solo la curiosità e la necessità di comunicare uno stato d'animo, una sorta di dejavu musicale, tanti hanno in bocca le parole per rimpiangere quelle sonorità.




BIO

MAX ZANOTTI: cantante,chitarrista, autore, produttore artistico.
Nel 1995 ha fondato i Deasonika con i quali ha pubblicato per EDEL quattro album, oltre ad innumerevoli tour ed apparizioni live, Festival di Sanremo, Tour con Placebo, Block Party, collaborazioni con Jaz Coleman (Killing Joke).
Negli anni ha collaborato con Rezophonic,Eva Poles, Malfunk, L'aura, Giusy Ferreri, Nina, dj Myke , dj Aladin, Diego Mancino, Cockoo,Crossover.
Autore per Emi e Curci, come artista solista ha pubblicato un album per Carosello Records (L'illusione).
Insieme a DJ Myke ha pubblicato “DELLA VITA DELLA MORTE”, uscito nel 2014 per Eclectic Circus.


GIOVANNI PINIZZOTTO: bassista, diplomato in contrabbasso.
Ha suonato con Vallanzaska, Interno 17, Tony Canto (produttore di Mannarino), Alessandro Mannarino, Jo Giovanardi, Mario Venuti, Alessandro Grazian, Gianluca De Robertis del Genio, Pete Ross, Enrico Gabrielli dei Calibro 35 e tanti altri.

STEFANO FACCHI: batterista.
Ha fondato insieme a Max i Deasonika con i quali ha pubblicato 4 album.
Ha collaborato al disco di Eva Poles (DURAMADRE) e successivo tour.

FILIPPO DALLINFERNO: chitarrista, cantante, autore, produttore.
Inizia la sua attività di musicista professionista nel 2001 come chitarrista del gruppo "JC Harpo Blues Band" aprendo concerti di molti artisti internazionali (Johnny Winter, Eddie Floyd, Blues Brothers Band, Nine Below Zero ecc..).
Nel 2008 si unisce al gruppo hard rock "The Fire" con cui registra quattro album in studio e tre EP. Con questi ultimi ha all'attivo più di 400 concerti, 2 tour europei e supporti a molti grandi artisti (Alice Cooper, Gotthard, Deep Purple, Kaiser Chiefs).
Dal 2010 al 2013 collabora con il progetto Rezophonic,
Nel 2012 pubblica il suo primo disco solista "FILIPPO DALLINFERNO", pubblicato da Bagana Records e accolto molto bene dalla stampa di settore e dal pubblico.




ETICHETTA DISCOGRAFICA: OSTILE
EDIZIONI : EDIZIONI PAGANI








CONTATTI WEB & SOCIAL:

Facebook: http://www.facebook.com/casablancarocks
Twitter: @casablancarocks
Instagram: @casablancarocks




Monday, June 29, 2015

ANDREA DI GIUSTINO: “PUNTO A CAPO” è il suo nuovo singolo estratto dall’album “IL SENSO DELL’UGUALE”





La vita è fatta da punti di svolta.....


Ogni volta che un amico va via, ogni volta che una donna entra nel nostro cuore ispirando parole che mai avresti immaginato di poter scrivere, ogni volta che ti guardi allo specchio pensando che non avresti mai potuto fare quello che hai fatto, ogni volta che un po' di vita è passata e la guardi come una fotografia da poter rivedere ma non più vivere “ le case, le strade , le scuole ….” si è fatto punto a capo, scritto senza la “e” quasi a immaginare una sorta di imposizione, come se la vita fosse un maestro severo che detta e noi siamo gli allievi che scrivono il suo destino.



Punto a capo” fa parte dell’album lI senso dell’uguale” che è composto da nove pezzi, prodotto da Andrea Di Giustino, con la supervisione artistica di Mauro Mengali (cantante e fondatore della band O.R.O. che ha dato vita alla celebre “Vivo per lei”), pubblicato da Hydra Music e distribuito da Goodfellas.
Testi e musiche sono tutti derivati dalla penna dello stesso Di Giustino, fatta eccezione per “Controindicazioni & Aprile”, le cui musiche sono composte da Giulio Fonti.


BIO
Nato a Sulmona (AQ), inizia i suoi studi in canto lirico presso la Scuola Popolare di Sulmona, dove studia Tecnica e Repertorio con la Maestra Raffaela Del Castello e solfeggio con il Maestro Valter Matticoli.
Dopo circa tre anni di studi lirici entra nella scuola privata Università della Musica di Roma, dove consegue il diploma in canto, sotto la guida della Maestra Cinzia Spata e Annamaria Di Marco, nella stessa scuola studia Teoria e Armonia con Andrea Avena, segue i corsi di Logopedia con Livia Corelli e i Laboratori con il maestro Massimo Fedeli. Terminato l’iter didattico approfondisce privatamente con la Maestra Di Marco la tecnica vocale applicata al canto Pop.
E’ laureando presso il Conservatorio di Musica Luisa D’annunzio di Pescara nel corso triennale sperimentale di Contemporary Arranging e Writing.
E’ insegnante certificato (CMT) della tecnica vocale EVT (Estill Voice Training), conseguito sotto la guida della maestra Loretta Martinez.
Ha studiato Pianoforte col Maestro Raffaele Pallozzi .
Ha fatto parte del gruppo Mr.Ego con i quali ha registrato un cd composto da 8 pezzi inediti, di cui è autore di testi e musiche, contenente la cover Pigro di Ivan Graziani. Con i Mr. Ego ha aperto i concerti di Daniele Groff, Articolo 31 e ha collaborato con radio Kiss Kiss.
E’ coautore di testi e musica insieme al chitarrista Violinista Giulio Fonti e Max Laudadio “inviato di Striscia la Notizia” del pezzo” Io Credo”, inserito nella colonna sonora del film “Dalla Vita in Poi”, per la regia di Gianfrancesco Lazotti con Cristina Capotondi, Filippo Nigro e Nicoletta Romanoff.
Nel 2007 è autore e corista del singolo dei B-Nario “Tutto Cade” pubblicato da Delta Dischi, singolo inedito del disco “La Raccolta” del suddetto gruppo
Dicembre 2012 è autore e arrangiatore del pezzo A Natale è normale, cantato in collaborazione con Mauro Mengali(O.R.O) e Antonella Bucci.
E’ speaker di alcune pubblicità andate in onda sulle emittenti per ragazzi Boing e Cartoon Network.
E’ di prossima uscita il suo ultimo lavoro cantautorale dal titolo “Il senso dell’uguale”, composto da nove pezzi e prodotto sotto la supervisione artistica di Mauro Mengali.
Insegna tecnica vocale applicata al canto in diverse scuole di musica.
Ha partecipato alle audizioni live del famoso concorso Musicultura 2015.

Etichetta: Hydra Music





















Francesca Zizzari 

francesca@laltoparlante.it - tel. 328 4161425

Wednesday, June 24, 2015

“SONO SOLO TIMIDO” E' IL NUOVO SINGOLO DI MAX LO BUONO ESTRATTO DALL'ALBUM “TUTTO MOLTO DANDY”




Un viaggio musicale tra il sound inglese e le melodie italiane.


Il concetto di temporaneo e sottile disagio è inserito in un contesto ironico, ritmato, in una musica appositamente leggera e frivola al primo ascolto, proprio come fosse una maschera che si indossa nel momento in cui si sale sul palco. E’ un brano dal sound sorprendente, frutto dell’interazione tra Max Lo Buono ed Ettore Diliberto, che ha curato mix e produzione artistica per Et Team.


Sono molto timido” fa parte dell'album “Tutto molto dandy”, un disco sorprendentemente accurato e ricco, frutto del duro lavoro di Max Lo Buono insieme ad Ettore Diliberto, Anna Portalupi e tutti i componenti dell’etichetta Et-Team.
L’album unisce la versatilità della lingua italiana ad un sound di matrice inglese, farcito di una base pop-rock, armonie e falsetti tipici del glam, ed una forte componente elettronica. Si passa da brani energici e ballabili ("Sono solo timido", "Senza finti dei", "Melody"), a sonorità e atmosfere più intimiste ("L'illusionista", "Inevitabilmente follia", "Ti amo da vivere").
Il Dandy è' un cittadino del mondo che vuole circondarsi di arte, bellezza, ironia, spesso controcorrente, è l'anti-snob, quello che convoglia, "con voglia", le malinconie amare della vita nelle più leggere, auto-ironiche, ma eleganti sfaccettature, una maschera superficiale su un pensiero profondo. Così le canzoni di questo album partono da semplici melodie, per giungere attraverso arrangiamenti elaborati, a riflessioni quotidiane, a sottili ironie, a giochi di parole ricercati.


BIO
Nasce a Genova il 2 maggio 1983.
Durante il liceo scientifico, nel 1998, inizia la sua esperienza nella band 2nd Floor, in cui è cantante e chitarrista fino al 2006, annoverando passaggi radiofonici, decine di live, e la finale di Rock Targato Italia.
Dal 2003 al 2005, durante il periodo universitario, è parte del cast della Compagnia Teatrale Goliardica Mario Baistrocchi in qualità di ballerino e corista, partecipando anche ad una puntata del “Maurizio Costanzo Show”.
Dopo lo scioglmento dei 2nd Floor inizia il periodo solista che lo porta alla finale del “Premio Canzone d'Autore” Città di Ghedi 2007 con il brano “ L'illusionista”.
Intraprende nel 2008 un progetto di produzione di musica pop, ambient ed elettronica utilizzata per cortometraggi, eventi aziendali, video pubblicitari di vario genere, performance di arte contemporanea, parallelamente all'attività live nei locali della liguria e dintorni.
Produce la colonna sonora per il cortometraggio “Coffee a go go”, vincitore del Los Angeles Noir Short Movie Fest 2013.
Nel giugno del 2014 esce il suo primo singolo ufficiale “Sei la fine del mondo” scritto da lui stesso, con l'arrangiamento di Guido Guglielminetti, edito da Pull Records.Nel 2015 inizia a collaborare con Ettore Diliberto e l'etichetta discografica Et-team per la realizzazione del primo album “Tutto molto dandy”, costituito esclusivamente da inediti, un viaggio musicale tra il sound inglese e le melodie italiane.