<H1>Press release free submit</H1><br/><br/> Welcome to our new website for <B>press release free submit</B>, where you can do <U>free article marketing</U> with your <I>company articles</I>! Find your best press release with <STRONG>free research articles</STRONG> or you can <EM>submit your article</EM> and <B>company press release</B>.<br/> <H2>Company articles</H2><br/> Submit your <B>company articles</B> and the best of <EM>press release free submit</EM> of your activity and get <U>free article marketing</U>! <H3>Submit your article</H3> <H4>Free research articles</H4> <H5>Free article marketing</H5> <br/> Enter now in PR-PressRelease, the website for <a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com' title='Free article marketing, company articles and press release free submit'>press release free submit</a>.<br/> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Company articles</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Free article marketing</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Free research articles</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Submit your article</a></p> <p><a href='http://pr-pressrelease.blogspot.com'>Submit company press release</a></p>

Wednesday, October 10, 2018

SHIVA III: COMPLIMENTI è il primo singolo estratto dall’ep KALMA del rapper italo-indiano

Il brano accompagna l’ascoltatore in un viaggio che, partendo da atmosfere urban americane, atterra poi fra sobborghi di Bombay omaggiando così la terra d’origine dell’artista.

Basta ascoltare i primi tre secondi del beat di Steve Ocean realizzato su misura per “Complimenti” e risulta subito chiaro quale sia il principale intento della canzone: far muovere e divertire.
“Complimenti” si presenta come uno di quei classici pezzi hip hop colorati e contaminati che non hanno paura di andare oltre confini già prestabiliti. Il sound fresco e leggero ha un approccio al beat che ricorda lo stile di Niki Minaj. Scavando più a fondo non mancherà però la fioritura di un tipo di rap più stratificato e complesso di quello mostrato in apparenza.
Il testo provocatorio è giocato su una commistione di italiano ed inglese, scelta mirata a consolidare l’aspetto accattivante e catchy del brano.


“Complimenti” è estratto dall’EP pubblicato nel 2018 dal titolo “Kalma”:

«Si fa musica quando si ha voglia, senza inseguire ossessivamente il successo o la fama. Si dà tutto quello che si ha, senza fingere, senza scendere a patti, senza comprare click, senza aspettarsi nulla indietro…solo per la voglia di farlo, di essere come si è, poi succeda quello che succeda, sarà il destino o il karma a deciderlo. Quindi Kalma con la musica, con l’amore, Kalma con la vita di tutti i giorni. Kalma perché, quando hai un nome divino, puoi anche permetterti di aspettare». Shiva III

Radio date singolo: 7 settembre 2018
Autoproduzione

BIO

Nato in India e cresciuto in Italia in una famiglia italianissima (papà di Bergamo, madre Brianzola), Alessandro R dopo anni di esperimenti al pianoforte e tastiere muove i primi passi ufficiali nel mondo della musica e dell'HIP-HOP con il nome di Shiva, in omaggio alle sue origini, assieme ad un duo di amici sotto il nome del gruppo FLYNETZ.
In quegli anni la band riesce ad esibirsi in vari eventi e locali di Milano e provincia con inclusa qualche trasferta fuori dalla Lombardia.
È in questi anni che gli viene presentato un allora "non famoso" Danti dei Twofingerz con il quale inizia una collaborazione che sarà saltuaria ma costante negli anni successivi.
Dal KARMADILLO STUDIO nasce così un EP Targato Flynetz dal titolo "DA NEXT". Successivamente a quell'EP, come spesso accade, si sciolgono sia i FLYNETZ che la B-Soul, quello che rimane intatto è la passione di Shiva per la musica.
Sempre al KARMADILLO e sempre con DANTI, nel 2009-2010, il rapper sforna un altro EP di 7 tracce dal titolo Seven Floors che consacra una indubbia crescita musicale. In questo mini disco inoltre, incoraggiato dallo stesso DANTI, Shiva inizia a mettere del suo anche nelle produzioni.
Tra i vari brani di questo lavoro una citazione particolare va fatta per "OVER MY LIMITS feat Danti e Sewit Villa” il cui video ha anche la fortuna e l'onore di essere messo in rotazione su HIP HOP TV ed essere passato da RADIO 105.
Dopo un periodo di allontanamento dalla musica, nel 2017, l’amico Filippo Rossi in arte Sheezah, che ha appena inaugurato il suo studio musicale “Golden Eye), lo invita in studio. Sarà proprio lui a far avvicinare Shiva all’evoluzione che il rap ha avuto negli ultimi 5 anni, con la nascita di nuove metriche e novi stili di beat e di nuovi approcci (TRAP). Ed è così che l’artista incide il singolo NADA di cui esce anche un video.
Le prime risposte sono così positive che l’artista sii convince subito di tornare ufficialmente a fare musica professionalmente.
E cosi nel 2018 torna in studio e completa l’EP “KALMA” nella quale per la prima volta inizia ad inserire anche un po’ di italiano nei propri pezzi. Ma manca ancora un ultimo tocco per ufficializzare il ritorno. Shiva diventa Shiva III. “III” un numero infatti che nasconde le tre I che lo rappresentano a pieno: Indian Italian International.


Contatti e social



Sunday, October 07, 2018

GAUDATS JUNK BAND FEAT. EFFENBERG “ECONOMIA CIRCOLARE” dall’iniziativa lanciata da Elio e le Storie Tese per Legambiente nasce il brano volto alla sensibilizzazione del nostro ecosistema

La band da sempre legata alla sostenibilità ambientale e il cantautore italiano nascente accolgono il progetto “Canzone Circolare” dando vita ad un singolo che racconta, alimenta e promuove il concetto di “economia circolare”.


Salvini, Cr7 e una nonna ecologica sono solo alcune delle immagini che animano il mondo per niente incantato del brano “Economia Circolare”.
Scrivere una canzone sull’ambiente è stata la sfida che la Gaudats Junk Band (gruppo che porta avanti attraverso la musica una campagna di sensibilizzazione sulla salvaguardia dell’ambiente e il riciclo dei materiali) ha lanciato al cantautore Effenberg (autore e voce della canzone).

Una sfida che nasce dal progetto presentato dagli Elio e le Storie Tese, insieme al presidente e al direttore di Legambiente, Stefano Ciafani e Giorgio Zampetti, e ideato dall'agenzia creativa Kfield-Ideificio. Il tutto è nato per raccontare plasticamente e attraverso la musica cosa vuol dire l'economia circolare. Il gruppo milanese degli Elio, al termine della realizzazione della loro “Canzone Circolare”, ha lanciato l'appello a tutti i colleghi musicisti incitandoli a riprendere le ultime note del brano e crearne uno nuovo, appello che è stato appunto colto, fra gli altri, dalla Gaudats Junk Band ed Effenberg e che ha dato vita alla canzone “Economia circolare”.


Con l’economia circolare si vuole passare dalla linea al cerchio: da un modello economico lineare basato su “produci/consuma/getta via” destinato a scontrarsi con la limitatezza delle risorse naturali, gli impatti ambientali e la gestione sempre più problematica di quantità sempre più grandi di rifiuti, a un altro – quello circolare appunto – rigenerativo e ricostitutivo nel quale il cerchio si chiude.
Daniele Guidotti alias Gaudats è il fondatore del progetto nonché inventore degli strumenti nati da materiale di riciclo con cui la band si esibisce in tutto il territorio.
Oltre a Gaudats e agli istrionici musicisti della Junk Band, meritano una menzione speciale Marco Bachi (Bandabardò) che accompagna la band fin dai suoi esordi con il suo basso tanica, e Rick Hutton, voce e volto storico di Video Music.  


GUARDA IL VIDEO SU YOUTUBE:






AUTOPRODUZIONE
RADIO DATE: 25 settembre 2018

Testo e musica: Effenberg
Prodotta e arrangiata da Paolo Sodini, Emmanuele Modestino e Effenberg
Mixata da Giovanni Gasparini presso lo studio Larione 10 Firenze
Masterizzata da Giovanni Versari presso lo studio La Maestà 
Registrata esclusivamente con strumenti Junk


BIO

Effenberg, pseudonimo di Stefano Pomponi, è un cantautore italiano. Nel 2015 produce il suo primo disco, intitolato “Piazza Affari Chiude in Calo”, suonato in vari concerti in giro per la penisola ma mai stampato né distribuito digitalmente per decisione dell’autore. Effenberg continua a scrivere ed il 26 maggio 2017 esce per Abuzz Supreme “Elefanti per Cena”.
Il disco riscuote fin da subito critiche positive da parte della stampa e dagli addetti ai lavori, il 9 giugno 2017 viene presentato in anteprima per il sito Rolling Stone il video del suo secondo singolo, intitolato proprio “Elefanti per Cena”. Sempre nello stesso mese Rockit.it decide di inserire il brano nella compilation mensile. Effenberg inizia a muoversi in tutta Italia e oltre, apre il concerto di Dente a Parigi presso L'Alimentation Generale e viene selezionato tra oltre 400 artisti per il “Premio Buscaglione” e tra oltre 1000 per il concorso 1mnext.
Nel 2018 i brani “Elefanti Per Cena” e “Non Mi Riparo Mai”, vengono sincronizzati per il nuovo film di Valerio Mieli, intitolato “Ricordi?”, vincitore del premio del pubblico BNL alle giornate degli autori del Festival Del Cinema Di Venezia. In continua evoluzione, attualmente sta terminando la registrazione del suo prossimo disco.

La Gaudats Junk Band è una formazione che ha come principio la sostenibilità ambientale: una band che realizza e utilizza esclusivamente strumenti costruiti con materiale di riciclo.
L’idea nasce nel 2014 quando Daniele Guidotti (dal soprannome storico “Gaudats”) unisce le sue competenze musicali a quelle artigiane e attraverso il recupero di cassette per vino, oggetti in plastica, pentole e vario materiale destinato alla discarica, costruisce chitarre, tubofoni, bassi, sassofoni e batterie, per dare il via ad un progetto musicale che gli permette di implementare la sua personale sensibilità verso il tema dell’ambiente e della sua salvaguardia, sviluppata nel tempo attraverso letture e seminari sull’argomento.
Aiutato e sostenuto dai suoi amici musicisti (tra cui Marco Bachi della Bandabardò e Rick Hutton, volto storico di Video Music) dà il via a questo progetto musicale con un repertorio di canzoni che spazia dal funk al soul, dal reggae al pop. Il progetto riceve subito attenzione da parte di varie istituzioni ambientali, così la band inizia a suonare per tutta la penisola, condividendo con il grande pubblico la loro etica ed il loro sound originale.
Nel dicembre 2015 esce il loro primo disco: “Gaudats Junk Band”; una collezione di brani famosi rivisitati e adattati alle sonorità “junk”, interamente autoprodotto e confezionato con packaging di cartone riciclato.
Tra il 2015 ed il 2018 la band calca numerosi palchi, tra cui il 1° Maggio a Roma (insieme alla Bandabardò), Festambiente di Rispescia, il Lucca Summer Festival ed il Porretta Soul Festival. Numerose anche le partecipazioni in radio, tra cui Radio Rock, Controradio, Rai Radio 1 (King Kong), interviste e partecipazioni televisive: Rai 3, RTV38 (Risorse) ed interventi ad importanti manifestazioni come Goletta Verde di Legambiente, Bass Europe 2018. Parallelamente al progetto musicale, dal 2015 alcuni componenti della band portano avanti un progetto didattico nelle scuole e nei vari istituti di formazione d’Italia, nel quale insegnano l’etica del riciclo ed i rudimenti della musica in maniera originale e creativa. La grande richiesta di partecipazione a questi corsi, porta Daniele Guidotti e Marco Bachi ad aprire a Lucca nel settembre 2017 (in collaborazione con altre associazioni) un centro di educazione al riuso: Grossomodo, dove si tengono laboratori e seminari improntati sul riciclo creativo. Attualmente la band sta collaborando con vari artisti tra cui Effenberg, con il quale ha appena realizzato il singolo “Economia circolare” che partecipa all’iniziativa di Legambiente “Canzone Circolare”.




Contatti e social




GJB

EFFENBERG


Sunday, September 30, 2018

DAVIDE DE MARINIS “PICCANTI PAROLE” dopo il successo di “Apro e chiudo” arriva il nuovo singolo del cantautore cult degli anni 2000

L’amore e la sua sintesi svelate nell’ammiccante brano dalle atmosfere pop, in radio dal 28 settembre.

Quando vogliamo ricercare in un significato la sua sintesi, anche un bacio può bastare! Ed ecco come una semplice affermazione “baciami” valga più di mille parole. Da qui le mille e più sfumature del bacio, da quello più innocente a quello più passionale e travolgente.



Il videoclip di “Piccanti parole” vede la partecipazione straordinaria della showgirl Justine Mattera, che anima con la bellezza, solarità e la freschezza che da sempre la contraddistinguono la storia e le immagini raccontate dalla canzone di De Marinis.


GUARDA IL VIDEO SU YOUTUBE:



Radio date: 28 settembre 2018
ETICHETTA: Keep Hold Srl - StarPoint International Srl

BIO
Estate 1999: con Troppo Bella inizia la carriera di Davide de Marinis, cantautore. Quattro mesi ai primi posti delle classifiche radio Italiane, Festivalbar e serata conclusiva all'arena di Verona. Un successo inaspettato per un ragazzo cresciuto con la chitarra in mano nella periferia milanese, che ha la forza di non cambiare. L’adolescenza passata fra musica e arte, coltivate entrambe con positivo entusiasmo, fra Accademia di Brera e Conservatorio, pennelli, chitarra e sorriso sempre sulle labbra. Autunno 1999: al successo di Troppo bella segue un singolo romantico, I sentimenti nascono, e subito dopo un bel quinto posto nella categoria Nuove Proposte al Festival di Sanremo 2000 con Chiedi quello che vuoi. Le canzoni di De Marinis raccolgono il consenso delle radio e del pubblico. Con Gino de Marinis partecipa, per la seconda volta, al Festivalbar. Tutti i successi vengono raccolti nell’album Quello che ho, che venderà̀ più̀ di 30.000 copie, seguito l’anno successivo dall’album Passo dopo passoLa Pancia, un brano un pizzico irriverente, porta de Marinis per la terza volta al Festivalbar. Estate 2001: nuovo successo con Fuori moda, a cui farà̀ seguito la ballata Non mi basti mai.
Una pausa per sedimentare le esperienze e maturare professionalmente, e nel 2006 esce Come da 2 lunedì̀, l’album che contiene i successi radiofonici L'ipotesi, Faccio fatica, La felicità. In tutto 13 brani che rispecchiano l’anima di Davide, un ragazzo baciato dal successo ma che è rimasto felicemente quello della porta accanto.
De Marinis scrive anche canzoni per altri: è del 2008 Un falco chiuso in gabbia portata a Sanremo da Toto Cutugno. Nel 2009 esce il singolo Cosa cambia, prodotto da Davide Bosio e Alex Farolfi. Ancora una pausa spesa in tournée e serate ed esce Morandi Morandi. Al videoclip partecipano personaggi della TV, da Chiambretti Night a Uomini e Donne, e delle radio, come Roberto Ferrari. Straniante il blitz nel tempio sacro della sala stampa di Sanremo per un duetto improvvisato con Gianni Morandi, a cui aveva dedicato il pezzo.
Davide de Marinis però è sempre il ragazzo dalla faccia pulita che gioca al pallone (fa parte della Nazionale Cantanti) che canta le donne che gli hanno acceso la passione, quelle che lo hanno tradito, quelle che ha tradito, la sofferenza, la solitudine e la compagnia: tutti ingredienti della vita. Un cantautore positivo che vive ogni giorno con serenità̀ e fiducia e canta quello che è e che ama. 2013: scrive e pubblica Mela godo, brano scanzonato dai toni rosa che esalta la bellezza “delle piccole cose”. Il brano diventa la sigla del programma di intrattenimento Mela godo al bar condiviso con Roberto Ferrari durante il quale i due si lasciano andare a gag da bar tra amici, ricevono ospiti e coinvolgono chi passa dal Jazz caffè in corso Sempione a Milano (diretta dalle 15 alle 16 su Robertoferrari.tv, web tv)
L’estate è la stagione di Davide de Marinis, che nel 2013 con il discografico Elio Cipri e il produttore artistico Andrea Fresu si chiude in sala di registrazione, apre il cassetto e inizia a lavorare al nuovo album. Il primo assaggio
sarà Vuoi far l’amore con me? Negli anni a seguire pubblica e scrive diversi brani che danno il via ad altrettante collaborazioni artistiche come quella con Chicca e Gio del GF13, protagonisti del videoclip di Qualcosa di più̀, oppure il brano Per Ogni Stella che lo vede in duetto con Mirko Casadei. Dopo le scorse due estati, che lo hanno visto tornare in diversi programmi RAI, e in attesa di ultimare il suo prossimo album, a maggio 2017 esce Stringimi più forte, il nuovo singolo.
Dopo parecchi anni di co-conduzione di un programma web “DaiRetta a Quei Due” insieme a Roberto Ferrari (Radio Deejay), oggi Davide sta sviluppando e sperimentando nuovi progetti, sempre per il web.
Il 27 aprile 2018 esce il singolo “Apro e chiudo”.


Contatti e social



Saturday, September 29, 2018

ROBY CANTAFIO “IL MONDO CHE TREMA” è il singolo che anticipa l’album d’esordio “Fuori e dentro di me”

Il cantautore milanese descrive un mondo osservato in soggettiva attraverso un brano pop-rock prodotto da Ettore Diliberto e suonato con la collaborazione di Ricky Portera, fondatore degli Stadio e chitarrista di Lucio Dalla.

“Il mondo che trema” nasce da una serie di riflessioni sul nostro modo di vivere “moderno” e soprattutto dalla contraddizione che emerge dall’utilizzo, spesso improprio, delle nuove tecnologie:

«Potendo ormai controllare tutto e tutti, siamo a nostra volta costantemente controllati, osservati, spiati e quindi, anziché aumentare il senso di sicurezza, si finisce per alimentare il senso di precarietà, la paura del tradimento e delle falsità, sentimenti che poi di notte vengono sempre più amplificati». Roby Cantafio

Il testo infatti, a partire dal titolo stesso, utilizza il verbo tremare proprio per la sua duplice chiave interpretativa: paura e instabilità
Emerge però al tempo stesso il bisogno di vita vera, vissuta con coraggio pur nel susseguirsi della quotidianità:

«Il controllo a cui siamo sottoposti ci spinge spesso a vivere in modo diverso da quello che vorremmo, come se l’omologazione ci facesse da scudo alla paura, mentre ci rende solo più schiavi. La notte poi è sempre il momento più critico della giornata: ci ritroviamo da soli con noi stessi, le nostre fragilità e debolezze ed è proprio lì che ci sentiamo più facilmente vacillare o, appunto, tremare. La notte è il momento in cui i sogni possono tramutarsi in guai». Roby Cantafio


Il brano si nutre di forti influenze provenienti dal pop-rock inglese: in particolare le tastiere suonate da Alioscia Arioli, già tastierista di Gianluca Grignani, conferiscono un’atmosfera speciale soprattutto con l’inserimento di passaggi eseguiti con organo Hammond. Le chitarre sono messe in primo piano sempre, ma raggiungono il massimo della loro espressività quando esplode l’assolo del grande chitarrista Ricky Portera. La sezione ritmica, per le parti di batteria, è stata suonata e registrata all’Auditoria Records dal batterista Ramon Rossi che ha anche collaborato in altri due brani dell’album (Connetti la testa – Sento il cuore che batte). Mentre il basso è stato suonato da Anna Portalupi.

Il singolo anticipa l’album in uscita ad ottobre intitolato “Fuori e dentro di me”. Un disco che nasce proprio dalla voglia di raccontare e descrivere emozioni, sentimenti e pensieri, ma anche dal bisogno di una riflessione profonda sul mondo e la società in cui viviamo.


GUARDA IL VIDEO SU YOUTUBE:



Radio date: 21 settembre 2018
Pubblicazione album: 19 ottobre 2018
Etichetta: Et-Team


BIO

Roby Cantafio nasce in Lombardia ma trascorre infanzia e adolescenza in giro per il mondo, trascorrendo lunghi periodi della sua vita tra Bahamas, Germania, Iran e Algeria, esperienze che influenzeranno profondamente il suo temperamento artistico, impetuoso e ricco di sfumature. La sua passione per la musica, iniziata sin da giovanissimo, lo ha portato a confrontarsi con diversi strumenti musicali, ma la chitarra elettrica diventa ben presto la sua fedele compagna di vita, grazie alla quale sviluppa una grande passione per il Rock e il Blues e per artisti come Beatles, Rolling Stones, Jimi Hendrix, Led Zeppelin, KISS. Tra i chitarristi i suoi preferiti sono Jeff Beck, Carlos Santana, David Gilmour ed Eric Clapton. Si interessa inizialmente anche al jazz, ma vince poi lamore per il rock and roll. Determinante nel suo approccio allo strumento lincontro con il maestro Licchelli di Melegnano presso laccademia musicale Stajano diretta dal Maestro Rebecchi. Entra a far parte della sua prima band nella provincia di Milano a soli 12 anni, cimentandosi con grandi successi internazionali ed italiani. Negli anni a venire collabora, anche scrivendo diverse canzoni, con varie band tra cui i NED, con la quale riscuote un buon successo di pubblico e critica, tanto da essere contattati dalla casa discografica RCA e partecipare alle finali del Festival di Castrocaro Terme collaborando con la cantante “MIKAELA”.
Altre importanti collaborazioni sono quella col cantante “Sharon” e con i “Band in Italy” frutto dellincontro con i produttori Gegeʼ Reitano e Sergio Grandi per l’etichetta “Fremus Record”.
Dopo innumerevoli contributi musicali con diversi artisti, decide di cimentarsi nel suo percorso solista anche come cantautore e giunge al suo primo disco “FUORI E DENTRO DI ME”, in uscita il 19 ottobre 2018 preceduto dal singolo e video “IL MONDO CHE TREMA”, prodotto da Ettore Diliberto.
Nel disco è presente una collaborazione speciale: quella di una delle più grandi chitarre rock della musica italiana, Ricky Portera, fondatore degli Stadio e chitarrista di Lucio Dalla, che ha suonato nei brani “IL MONDO CHE TREMA” e “SENTO IL CUORE CHE BATTE”.


Contatti e social

Sito Web: http://www.robycantafio.it
Facebook page: http://www.facebook.com/RobyCantafio